03/05/2021 12:23:00

Castelvetrano, ricordate di Calamia? E' evaso dai domiciliari e si è fatto trovare ubriaco

 Torna a far parlare di sé Francesco Calamia, l'uomo di Castelvetrano che da inizio anno ha seminato il panico tra Campobello e Castelvetrano.
Calamia, classe '84, si trova agli arresti domiciliari da febbraio. Ma il primo maggio ha deciso di rompere il braccialetto elettronico, evadere dai domiciliari e si è fatto trovare fuori casa e ubriaco dai Carabinieri.


La centrale operativa, avendo ricevuto l’allarme proveniente dalla manomissione del braccialetto elettronico, inviava tempestivamente un equipaggio dei Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano vista la pericolosità del soggetto che, nei primi giorni dell’anno in corso, oltre ad essere stato arrestato perchè sorpreso con 40 gr. di cocaina a bordo dell’autovettura si è reso protagonista di alcuni incidenti stradali nonostante fosse tutte le volte sprovvisto di patente di guida, con gravi conseguenze per i malcapitati che si sono imbattuti lungo il suo il suo cammino. In quelle circostanze l’uomo non aveva prestato soccorso ai malcapitati abbandonando il luogo dell’incidente rendendosi irreperibile. Lo stesso si è reso responsabile di diverse violazioni passando dalla misura restrittiva dell’obbligo di dimora agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico venendo arrestato per evasione lo scorso febbraio.


Espletate le formalità di rito, veniva sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari come disposto dall'A.G. la quale valuterà nuovamente la posizione dello stesso Calamia che è stato denunciato per evasione e danneggiamento.