15/09/2021 06:00:00

Sicilia 2022. La Lega affila le armi. Esodo da Italia Viva, Forza Italia apre le porte

 La ripresa dopo la pausa estiva vede nuovi movimenti nella politica regionale, che è proiettata alle elezioni comunali di Palermo e poi a quelle regionali del 2022.


Qualcosa si muove ma timidamente, il 10 e 11 ottobre si svolgeranno le amministrative e pertanto molti cambi o passaggi sono stati congelati, se ne parlerà per fine ottobre o novembre.

La Lega ha creato una squadra all’Ars molto forte, gli ingressi di Luca Sammartino, Giovanni Cafeo, Marianna Caronia rafforzano i parlamentari già esistenti: Vincenzo Figuccia, Orazio Ragusa, Antonio Catalfamo. Un gruppo di sei deputati, e il governatore Nello Musumeci non potrà fare finta che non esistano, Nino Minardo ha riunito il gruppo poco prima dell’avvio dei lavori parlamentari: “E’ stata l’occasione per fare il punto su tutti i temi di rilievo che verranno affrontati in Assemblea Regionale alla ripresa dei lavori in aula e per avere la conferma della propositività che anima inostri parlamentari nel confronto con i singoli territori. Mi fa anche piacere rimarcare come vi siano un eccellente spirito di squadra e rapporti personali improntati sulla reciproca stima e fiducia, cosa ci rende politicamente ancora più forti.

Nel 2021 il gruppo della Lega Sicilia al Parlamento siciliano è cresciuto tantissimo, questi numeri importanti sono il primo indice di quanto le nostre idee abbiano attecchito tra i siciliani e di quanto meritino di essere concretizzate. Per quest’ultimo anno di legislatura a Palermo oggi abbiamo tutti convenuto sulla forte e rinnovata responsabilità di cui ci facciamo carico da qui alle elezioni regionali del novembre 2022, una responsabilità, appunto, confortata dalla consistenza del gruppo parlamentare della Lega Sicilia e di cui, ovviamente, il governo regionale dovrà tenere conto”.

L’ultimo anno di governo regionale potrebbe portare con sé altre novità, i rumors di palazzo sono pressanti e indicano il passaggio in Forza Italia di altri due esponenti di Italia Viva, si tratta di Nicola D’Agostino e di Edy Tamajo, che porterebbero con se altri elementi dei vari territori.


Passaggi che si dovrebbero consumare finite le amministrative di ottobre e che cambierebbero solo sulla carta gli equilibri, i due parlamentari regionali indicati sono vicinissimi a Musumeci e alla maggioranza. Gli incontri si sono tenuti durante l’estate con il commissario siciliano, Gianfranco Miccichè, che lo ha ammesso serenamente.

Il collocamento per la campagna delle elezioni regionali è appena iniziato, gli spazi del resto dentro il partito forzista ci sono, ma prima ancora delle regionali ci sono le elezioni comunali a Palermo, un banco di prova non indifferente.



Native | 2021-10-24 09:15:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

I cento anni di Domenico Poiatti

Mazara del Vallo Ricorre oggi, 24 ottobre 2021, il centenario della nascita di Domenico Poiatti, fondatore dell’omonimo pastificio, che oggi produce la pasta di solo grano duro siciliano che arriva sulle tavole di tutto il mondo. Giovane di...

  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1634911740-implantologia.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1634541305-istituzionale-8-di-9.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1630659911-bonus-pubblicita.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1633018040-emporio-armani.gif
<