×
 
 
01/05/2022 06:00:00

Primo Maggio: i dati sul lavoro, le iniziative e gli eventi nel Trapanese

Oggi Primo Maggio è la la Festa del lavoro o dei lavoratori. La festa del "Primo Maggio" nasce infatti a Parigi il 20 luglio del 1889. L’idea venne lanciata durante il congresso della Seconda Internazionale, in quei giorni era riunito nella capitale francese. Durante i lavori venne indetta una grande manifestazione per chiedere alle autorità pubbliche di ridurre la giornata lavorativa a otto ore.

Perché il primo maggio - La scelta della data non era casuale: si optò per il 1° maggio perché tre anni prima, nel 1886, una manifestazione operaia a Chicago era stata repressa nel sangue. A metà del 1800, infatti, i lavoratori non avevano diritti: lavoravano anche 16 ore al giorno, in pessime condizioni, e spesso morivano sul luogo di lavoro. Il 1° maggio 1886 fu indetto uno sciopero generale in tutti gli Stati Uniti per ridurre la giornata lavorativa a 8 ore. La protesta durò 3 giorni e culminò, il 4 maggio, col massacro di Haymarket: una vera e propria battaglia in cui morirono 11 persone.

Il primo maggio in Italia - In molti Paesi d'Europa la festività del primo maggio fu adottata nel 1889, in Italia due anni dopo. Anche nel nostro Paese, però, questa festività ha trovato filo da torcere. In epoca fascista, per esempio, tra il 1924 e il 1944 la festa del lavoro fu anticipata al 21 aprile in coincidenza con il Natale di Roma, prendendo il nome di Natale di Roma, Festa del lavoro. Nel 1947 tornoÌ€ a essere festeggiata il primo maggio e proprio quell’anno, a Portella della Ginestra, in Sicilia, durante la manifestazione furono uccise 11 persone in una sparatoria organizzata dalla banda del mafioso Salvatore Giuliano.

La Sicilia si conferma tra le regioni d'Europa con il più basso tasso di occupazione - Assieme a Campania, Calabria e Puglia, la Sicilia è tra le cinque regioni europee con l’occupazione più bassa nel 2021 insieme alla regione della Guyana francese. Sono questi i dati riportati da Eurostat. La Sicilia ha un tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni del 41,1%, la Campania del 41,3%, la Calabria e del 42% e la Puglia del 46,7% a fronte di un tasso medio per l’Ue a 27 del 68,4%. Il tasso è ancora più basso per le donne con appena il 29,1% in Campania e Sicilia e il 30,5% in Calabria. Nel 2021 il tasso di occupazione in Italia era in media al 58,2% ma nel nostro Paese ci sono grandi divari territoriali con la provincia di Bolzano che registra un 70,7%, un dato superiore alla media Ue, e la Sicilia il 41,1% con il dato peggiore in Ue, seguito dalla Campania (41,3%) e dalla Guyana, regione d’oltremare francese (41,4%). Il Nord Ovest ha un tasso di occupazione del 65,9% e il Nord Est del 67,2% vicini alla media Ue (68,4%) mentre il Sud arranca con oltre 20 punti di occupazione in meno (45,2%). La Grecia che ha un tasso di occupazione più basso di quello medio italiano (57,2%, il peggiore in Ue), ha meno differenze regionali con l'area meno occupata (Iperios) che ha un tasso di occupazione al 50,7%. L'occupazione femminile è ancora più critica. Nelle Regioni del Sud risultano occupate meno di una donna su tre (il 32,9%) nella fascia tra i 15 e i 64 anni a fronte di una media Ue del 63,4% e una media italiana del 49,4%. Nella provincia autonoma di Bolzano sono occupate il 63,7% delle donne in questa fascia di età mentre in Sicilia e in Campania il tasso è al 29,1%, il dato più basso in Ue.. Nella regione finlandese dell’Aland il tasso è all’83,5%.

A Paceco il corteo per la Festa dei lavoratori - Con a capo la banda “Città di Paceco”, diretta dal Maestro Claudio Maltese, un corteo sfilerà questa mattina nelle vie di Paceco, per festeggiare la ricorrenza del Primo Maggio. La manifestazione si muoverà alle 10 dal Municipio e raggiungerà piazza Matteotti.  “E' importante, nel giorno della festa del Lavoro, prestare attenzione ai diritti ed alle politiche finalizzate alla ricerca di soluzioni adeguate. È giusto – afferma il sindaco Scarcella – che ciascuna istituzione faccia la propria parte, e per questo è indispensabile mantenere alta la considerazione dei bisogni dei lavoratori!”.

Manifestazione a Valderice di Cgil Cisl Uil Trapani - “La pace è essenziale per la rinascita, per tutelare la vita e la persona, per riavviare lo sviluppo, in una economia globalizzata il conflitto in Ucraina sta causando tanti effetti a catena che possono incidere fortemente anche sul futuro dei nostri territori”. Uno dei messaggi che quest’anno Cgil Cisl Uil lanceranno oggi Primo maggio, nel tradizionale corteo che si svolgerà ad Assisi e che torna dopo due anni di stop a causa della pandemia, è proprio “al Lavoro per la Pace” come spiegano i tre segretari generali Cgil Cisl Uil Trapani, Liria Canzoneri, Leonardo La Piana ed Eugenio Tumbarello. I tre sindacati parteciperanno alla manifestazione del Primo maggio a Valderice in piazza Pertini dalle ore 10, durante la quale fra l’altro saranno deposte le corone di fiori sul monumento di piazza Sebastiano Bonfiglio e alle 12 interverranno i segretari. “Bisogna ripartire dal lavoro, con la tutela di quello che c’è ma è a rischio, con quello da creare per dar risposte a chi è alla ricerca, oltre 25 mila persone nel territorio trapanese, e dal contrasto al lavoro nero che continua a essere una piaga dalla quale dipende anche la scarsa sicurezza sui luoghi di lavoro, per via del mancato rispetto delle regole che tutelano i lavoratori”. Secondo le tre confederazioni “è il momento di agire, la crisi pandemica ha messo a serio rischio la tenuta sociale ed economica del Paese, bisogna ricostruire un nuovo assetto dove alla base dello sviluppo deve essere posto il lavoro, con politiche attive, con le politiche sociali per intervenire laddove il disagio cresce, con una migliore capacità di spesa degli enti locali che hanno la grande responsabilità di usare subito e bene i fondi del PNRR affinché la misura, e i suoi obiettivi strategici, non restino solo sulla carta, e con il rilancio dei settori cruciali per il trapanese, il turismo, l’agroalimentare, la pesca, trasporti e infrastrutture, e investimenti mirati alla transizione ecologica”. “Servono poi – aggiungono i tre segretari – strumenti di sostegno al reddito per i lavoratori e aziende che non ce la fanno più, e ridurre la pressione fiscale su lavoratori e pensionati”. Infine dai segretari Cgil Cisl Uil Trapani, Canzoneri, La Piana e Tumbarello, un “grande ringraziamento a tutti quei lavoratori che con ruoli essenziali hanno retto il Paese in questo difficile periodo segnato dalla pandemia” e dedicano anche un pensiero speciale “ a tutti coloro che in questi anni hanno perso il lavoro, augurandoci che si possa trovare la strada del loro reinserimento professionale. A tutti loro dedichiamo il Primo Maggio”.

Valderice - Primo Maggio Fest 2022  -  Questa mattina alle 11:00 si terrà “Bimbi in bici” con l’ausilio della polizia municipale. Ci si radunerà davanti Costa Azzurra, tutti in bici, per fare un percorso guidato fino a Rio Forgia e ritorno. Nel pomeriggio riproporremo “Papareddopoly”, una sorta di Monopoli a grandezza uomo, ambientata a Valderice con le sue vie e i suoi monumenti, riprodotti per l’occasione con l’aiuto del Comitato Carnevale attraverso la tecnica della lavorazione del polistirolo, utilizzata per la realizzazione dei carri allegorici nel periodo di carnevale. Intorno alle 17:00 si riaprirà il Village food e a continuare tanta musica. Gli artisti di punta di questa giornata saranno gli “Opera ’80”, ormai un’istituzione del Concerto del primo maggio a Lido Valderice, i “Foreway” e concluderemo in bellezza con “I 40 che ballano 90”, gruppo dance anni ‘80 e ‘90 che ci farà ballare e divertire fino a tardi. Durante le due giornate ci saranno giochi gonfiabili e attrazioni per i più piccini. Presenta Claudia Parrinello.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1662538580-t-cross-e-t-roc.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1661790043-apposta-per-te-omaggio.gif
<