×
 
 
12/05/2022 06:00:00

La disavventura di una famiglia all'ospedale di Marsala

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore alla nostra redazione su quello che gli è capitato, a lui e alla sua famiglia, all'ospedale di Marsala. Diverse ore chiusi in un "contanier" aspettando un esito delle analisi per una bambina di 4 anni. Ecco la lettera. 

 

Gentilissima Redazione di  TP24,  volevo raccontare la mia disavventura.

Verso le ore 6.30 di martedì 10 maggio)raggiungiamo, io e mia moglie,  il pronto soccorso dell'Ospedale Paolo Borsellino di Marsala con la mia bambina di 4 anni, che aveva vomitato diverse volte a casa.
Svolte le consuete registrazioni, viene effettuato a mia figlia un tampone rapido.  Dopo 15 minuti di attesa ci viene comunicato che la bambina è positiva e quindi ci comunicano di aspettare fuori, perché sarebbe sceso il pediatra per visitare la bambina.  Ci fanno accomodare in un container, e  dopo aver effettuato la visita con il pediatra ci comunicano che dobbiamo stare in osservazione perché la bambina continua a vomitare e ci sistemano in un'altro container. Lì inizia la nostra disavventura. 

Dopo pochi minuti un infermiere ci riferisce che per prassi bisogna fare il molecolare. In seguito fanno a nostra figlia gli esami del sangue. Nel frattempo le ore iniziano a passare.  Immaginate una bambina di 4 anni in un container, in una stanza di un metro quadrato. Poi un infermiere comunica a mia moglie di non uscire e di non recarsi in sala d'attesa.  Dopo quasi 3 ore arrivano i risultati delle analisi,  ma ci viene comunicato dal pediatra (l'unica persona in grado di rassicurarci) che le analisi vanno ripetute in quanto si sono alterati i risultati.  Stanchi di questa situazione  chiediamo al personale di turno di essere più celeri perché la bambina si era molto agitata. Ripetiamo le analisi e finalmente dopo altre 2 ore di attesa arrivano i risultati. Al contempo arriva il risultato del molecolare dove si evince la negatività al Covid della bambina. Il pediatra stesso è incredulo. Sembra una barzelletta, ma è la realtà e  ovviamente tutto è dimostrabile con verbali e referti.

Concludiamo la giornata dopo 9 ore chiusi in un container non avendo la certezza se la bambina sia positiva o negativa. La mattina successiva, con mia moglie, decidiamo di ripetere privatamente  il tampone alla bambina, risultando negativo. Questa è la situazione in cui versa l'Ospedale di Marsala: si arriva con l'incertezza di non sapere la correlazione tra i  sintomi di un grave  malessere e un possibile malanno passeggero, e si aggiunge il fatto di non sapere se sei positivo o negativo  



Sanità | 2022-08-15 02:10:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

"Ospedale di Marsala verso la piena riapertura"

 Ospedale di Marsala verso la piena riapertura. La conferma di quanto anticipato da Tp24 viene dalla deputata regionale marsalese Eleonora Lo Curto: “Ho incontrato il commissario straordinario dell’Asp di Trapani Vincenzo Spera con...

Sanità | 2022-08-14 06:00:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

La prigione di Alex

 Alex mette in spalla uno zaino e prova ad uscire. Ma il cancello della veranda di casa sua, a Triscina, è chiuso a chiave. “Per adesso, non si può – gli ripetono i suoi genitori – usciremo dopo”. La...

  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1659272481-1-di-6.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1659189954-istituzionale-agosto.gif
<