Quantcast
×
 
 
21/02/2024 08:42:00

Sicilia, sanità: i nuovi manager? Otto sono già indagati

Sono ben otto gli indagati tra i nuovi manager della sanità siciliana nominati dal governo Schifani. Tra loro non c'è il manager di Trapani, Ferdinando Croce, in quota Fdi, rimasto però coinvolto in alcune intercettazioni imbarazzanti ai tempi in cui era nel gabinetto di Ruggero Razza, nell'inchiesta sui "morti da spalmare" durante l'epidemia di Covid in Sicilia.

Il dato è emerso dalla seduta della commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale che ieri mattina ha iniziato l'esame dei curriculum degli aspiranti direttori generali di aziende sanitarie provinciali, aziende ospedaliere e Policlinici siciliani. Nove di loro, invece, hanno dichiarato di non avere procedimenti penali in corso.

L'elenco complessivo riguarda 17 nomi, in questo momento alla guida delle aziende in qualità di commissari, ad eccezione di Gaetano Sirna, il diciottesimo manager, confermato direttore generale del Policlinico di Catania fino all’ottobre 2025.


I futuri manager della sanità siciliana che hanno procedimenti penali in corso sono Alessandro Caltagirone (Asp Siracusa), Roberto Colletti (ospedali Villa Sofia e Cervello a Palermo), Giuseppe Drago (Asp Ragusa), Maria Grazia Furnari (Policlinico di Palermo), Salvatore Giuffrida (ospedale Cannizzaro di Catania), Giuseppe Laganga Senzio (Asp Catania), Giorgio Santonocito (Policlinico di Messina) e Mario Zappia (Asp Enna).

I reati contestati agli otto manager, secondo quanto da loro stessi dichiarato, vanno dall’abuso d'ufficio all’omicidio colposo, dal falso ideologico in atti pubblici commesso da pubblico ufficiale all’interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità. Non mancano le lesioni personali colpose e i delitti contro il patrimonio mediante frode e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

Questi invece i nove aspiranti manager che hanno dichiarato di non avere procedimenti penali in corso: si tratta di Ferdinando Croce, che è stato designato alla guida dell'Asp di Trapani, Salvatore Ficarra (Asp di Caltanissetta), Giuseppe Giammanco (ospedale Garibaldi di Catania), Maurizio Lanza (Irccs Bonino Pulejo di Messina), Giuseppe Cucci (Asp di Messina), Giuseppe Capodieci (Asp di Agrigento), Daniela Faraoni (Asp di Palermo), Walter Messina (ospedale Civico di Palermo) e Catena Di Blasi (ospedale Papardo di Messina). 



Native | 2024-04-13 12:19:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Le interessanti novità di Cantina Birgi al Vinitaly

Cantina Birgi sarà presente alla 56° edizione del Vinitaly di Verona presso la Hall 2 stand G80, confermando così la sua partecipazione consolidata a questa importante rassegna. La cooperativa trapanese presenterà...