Quantcast
×
 
 
22/02/2024 09:02:00

I fatti del 22 Febbraio: il voto in Sardegna, un pugno al cuore per Naval’nyj, attesa Assange

 E' il 22 Febbraio 2024. Ecco i principali fatti in Italia e nel mondo ed i titoli dei quotidiani.

• Chiusa la campagna elettorale in Sardegna. Ieri i leader di centrodestra si sono presentati uniti sul palco per sostenere Paolo Truzzu (Fdi). Ma sotto al palco restano divisi, soprattutto sul terzo mandato
• Aleksej Naval’nyj sarebbe stato ucciso con «un pugno al cuore, in perfetto stile Kgb». Stando al dissidente Vladimir Osechkin l’oppositore numero uno di Putin è stato tenuto per due ore e mezza in isolamento a -27 gradi con l’obiettivo di rallentare il suo battito cardiaco, e poi è stato finito con un cazzotto in pieno petto, come vuole una tecnica utilizzata dai servizi speciali. Intanto la mamma che non riesce a vedere il cadavere del figlio ha presentato un esposto in tribunale che non verrà discusso prima del 4 marzo
• Niente verdetto per Julian Assange. I giudici dell’Alte Corte di Londra vogliono riservarsi tutto il tempo necessario per prendere una decisione sull’estradizione negli Usa
• Nei primi due mesi dell’anno la diminuzione dei migranti sbarcati è del 65 per cento. Il numero dei morti nel Mediterraneo però è raddoppiato
• Davide Fontana, reo confesso dell’omicidio della sua ex Carol Maltesi, è stato condannato in appello all’ergastolo. Lui la colpì con 13 martellate prima di sgozzarla, farla a pezzi e infilarla in un congelatore. I giudici hanno riconosciuto le aggravanti della premeditazione e della crudeltà


• Giandavide De Pau, il killer delle tre prostitute uccise nel quartiere Prati a Roma, nel 2019 ha sostenuto di aver ucciso anche David Rossi, il manager Mps precipitato dalla finestra del suo ufficio a Siena. Da allora però non sono emersi riscontri
• Dopo la strage nel cantiere dell’Esselunga il governo sta preparando nuove norme per la sicurezza sul lavoro. Nel 2023 si sono riscontrate irregolarità nel 76% dei controlli. In Ue, per numero di morti sul lavoro, siamo ventunesimi
• La procura di Roma ha aperto un fascicolo riguardo al progetto del Ponte sullo Stretto di Messina. Salvini: «Solo in Italia la sinistra riesce a dire di no alle opere pubbliche, ma io non ho paura né della sinistra né dei giudici. Il ponte si farà»
• Il sottosegretario Delmastro ha cambiato versione sul caso Pozzolo. Alla stampa aveva detto che al momento dello sparo stava caricando gli avanzi in auto, agli inquirenti ha raccontato invece che stava fumando una sigaretta con alcuni conoscenti
• La Knesset dice no alla nascita di uno Stato Palestinese, ma Benny Gantz apre al negoziato per liberare gli ostaggi
• Boris Nadezhdin, il politico liberale e pacifista che voleva correre alle presidenziali russe, ha perso anche il ricorso. Presenterà appello ma è praticamente impossibile che riesca a candidarsi contro Putin
• Almeno 60 persone sarebbero morte in un attacco missilistico di Kiev nel Donec’k occupato. Tra le vittime molti militari russi che erano in parata e il generale Moiseev
• C’è anche Ron DeSantis tra i sei vice papabili per Trump. Trump, grande favorito nei sondaggi, a gennaio ha raccolto per la sua campagna 8,8 milioni contro i 42 di Biden
• Al via in New Mexico il processo per la morte di Halyna Hutchins, uccisa sul set di Rush. Alla sbarra c’è Hannah Gutierrez-Reid, l’armiera del film. Se dovesse essere condannata la procura procederà anche contro Alec Baldwin
• Nuovo processo per Pietro Genovese. Questa volta per evasione. Durante i domiciliari per la morte di Gaia von Freymann e Camilla Romagnoli, da lui investite in corso Francia, non avrebbe risposto ai carabinieri durante un controllo
• Paolo Bendinelli, il sedicente santone che convinse Roberta Repetto a curare il cancro con tisane e altre erbe, è stato assolto perché il fatto non sussiste. In primo grado era stato condannato a tre anni e quattro mesi
• In Champions il Napoli ha pareggiato in casa con il Barcellona 1 a 1. I gol di Lewandowski e Osimhen
• Carlos Alcaraz si è ritirato per un infortunio a Rio. Se non dovesse confermarsi campione a Indian Wells, Sinner avrebbe la possibilità di salire al 2° posto del ranking mondiale

Titoli
Corriere della Sera: Sul Ponte è già duello
la Repubblica: Riforme, il muro della Lega
La Stampa: «Navalny ucciso da un pugno al cuore»
Il Sole 24 Ore: Fisco, arriva la riforma delle sanzioni
Avvenire: Un’uscita di sicurezza
Il Messaggero: «Lavoro, stretta sulla sicurezza»
Il Giornale: Il Ponte non c’è ancora / e i pm già lo indagano
Leggo: Stretta su appalti e lavoro nero
Qn: Navalny ucciso con un pugno al cuore
Il Fatto: Assange, ultimo sfregio: / sentenza chissà quando
Libero: Fisco, tagliate le super-sanzioni
La Verità: Macché sanzioni: siamo in affari con Putin
Il Mattino: «Avanti con il sostegno a Kiev»
il Quotidiano del Sud: Pnrr, Italia prima in Europa
il manifesto: L’isola / dei fumosi
Domani: Pozzolo, ora Delmastro si corregge «Ero a fumare». La scorta? Non c’era