Quantcast
×
 
 
30/03/2024 22:00:00

Trapani, la politica ignora la petizione sul Parco delle Saline

 Mentre la classe politica trapanese si dedica ai riti della processione dei misteri, con tanto di sfilate in prima fila, post e foto di rito, i promotori della campagna per il Parco delle Saline continuano a battersi per il loro progetto.

Dopo la petizione contro la cementificazione dell'area, che ha raccolto migliaia di firme, la proposta di un parco urbano è stata presentata agli assessorati competenti (Verde Pubblico e Urbanistica). Sono passati più di sette giorni, eppure non è arrivata alcuna risposta, nemmeno una semplice notifica di ricezione.

I promotori, amareggiati, hanno inviato una nuova mail a tutti i consiglieri comunali, nella speranza di ottenere almeno un cenno di attenzione. "Staremo a vedere", scrivono, "se almeno da loro arriverà una risposta o almeno un cenno di ricezione. In questo momento, molti di loro sono in processione. Aspetteremo almeno martedì 2 Aprile p.v..

"La situazione è emblematica del disinteresse della politica locale verso le proposte che provengono dalla cittadinanza. Da un lato, i cittadini si impegnano e si prodigano per migliorare il loro territorio; dall'altro, la politica, che pure viene pagata profumatamente, si limita a "grattarsi la pancia". La speranza è che questa ennesima dimostrazione di disinteresse non scoraggi i promotori del Parco delle Saline e che la loro tenacia porti finalmente al risultato sperato" commenta Antonio Musmeci Catania, uno dei promotori della petizione.

 



Cittadinanza | 2024-04-16 06:00:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Così Trapani può essere salvata dalle alluvioni

Quando piove, Trapani si allaga. La frase che accompagna ogni scroscio di pioggia in città potrebbe scomparire. Basterebbe realizzare il canale di gronda a San Giovannello, in modo da convogliarvi le acque piovane che arrivano da Erice,...