Quantcast
×
 
 
03/11/2022 06:00:00

La pioggia in arrivo fa paura. E partono i lavori a Salinagrande ...

 Ci voleva la pioggia, ossia la paura che essa ormai suscita, per far avviare i lavori per il ripristino degli argini del torrente Verderame, nella frazione di Salinagrande. La paura – si dice – fa novanta.

La paura, dalle nostre parti, serve a smuovere le acque. E così ieri pomeriggio sono iniziati i lavori – in ritardo - sul corso d'acqua che lo scorso 13 ottobre mise in ginocchio Salinagrande, nel comune di Misiliscemi.

E per uscire dalle sabbie mobili delle solite lungaggini sono state necessarie le previsioni meteo: pioggia e temporali nel fine settimana. Pioggia venerdì e sabato. Ergo, paura.

Qui le previsioni aggiornate dal portale specializzato Windy. 

 

Il commissario straordinario Carmelo Burgio ieri ha riunito tutti attorno ad un tavolo. Bisogna essere pronti a fronteggiare una nuova possibile emergenza. Sul torrente, esondato, infatti, nessuno aveva ancora mosso un dito. Ed ecco il miracolo, a conclusione, del vertice: via ai lavori. Subito, perchè la pioggia è in agguato.

Il Comune di Misliscemi interverrà con propri mezzi, assieme alla Protezione civile, per i primi interventi tampone prima delle piogge previste per il fine settimana. Verranno ripristinati i tagli che insistono lungo le sponde del fiume e ripulite le valvole di deflusso oltre a ridurre alcuni canneti nella parte alta del torrente che osteggiano fortemente il deflusso dell’acqua.

L’Autorità di bacino, ente preposto agli interventi strutturali e di pulitura dell’intero corso fluviale, intanto ha predisposto la gara d’appalto per i lavori e già venerdì è prevista l’apertura delle buste delle ditte partecipanti.

Se non ci saranno intoppi di natura burocratica, l’Autorità di bacino potrà iniziare i lavori di sua pertinenza già a partire da martedì prossimo. Sperando che la pioggia, questa volta, non faccia altri danni. Burgio non vuole farsi trovare impreparato ed ha predisposto che “i livelli di allerta meteo dei bollettini del Dipartimento di Protezione Civile della Regione Siciliana dovranno essere considerati di un livello superiore di gravità. Non avrò nessuna esitazione, se sarà il caso, anche a ordinare l’evacuazione della popolazione di Misiliscemi”.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1673947509-qashqai-e-power.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1675248244-etta-focu.gif
<