Quantcast
×
 
 
09/03/2023 06:00:00

Il sindaco presenta i progetti per la città. Ma Marsala perde i fondi per eliminare i passaggi a livello

Il sindaco di Marsala presenta alla città i progetti in cantiere, ma il Comune si sta vedendo sfumare i soldi per eliminare alcuni passaggi a livello. Con il problema delle lunghe attese dietro alle sbarre che sembra destinato a non essere risolto.

L’allarme è stato lanciato dall’ex sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo. In particolare 26 milioni di euro per i progetti di via Grotta del Toro e di Terrenove Bambina sono stati dirottati in altre province siciliane.

“Anni di intenso lavoro, di numerosi incontri tra Roma e Palermo con le Ferrovie dello Stato, assessori e dirigenti regionali, vari sopralluoghi tecnici per la realizzazione dei progetti di massima, pugni battuti per ottenere per la nostra città non pochi spiccioli ma ben 26 milioni di euro, che avrebbero migliorato la viabilità, la sicurezza e creato tante occasioni di lavoro” scrive in un post sulla sua pagina Facebook l’ex sindaco Di Girolamo.

 

 


“E Grillo cosa fa in questi due anni e mezzo? Nulla. Avrebbe solo dovuto dar seguito a ciò che gli avevamo lasciato su un piatto d'argento. E invece il nulla, perdendo un'opportunità che difficilmente Marsala avrà mai più, restando con i suoi 27 passaggi a livello e con i tempi d’attesa che spesso vanno anche oltre i 20/30 minuti. Vergogna. Un'amministrazione così fallimentare non si era mai vista” aggiunge l’ex sindaco.

 

A Marsala nei mesi scorsi era stato bocciato il progetto per il sottopasso di via Lipari, mentre i progetti di eliminazione dei passaggi a livello di via Grotta del Toro e Terrenove Bambina restano in piedi. Ma i soldi sono spariti. Sulla vicenda minimizza il presidente del consiglio comunale, Enzo Sturiano: “I progetti vanno avanti, ma i soldi sono stati momentaneamente spostati in provincia di Ragusa. Ho avuto garanzie dalla Regione, però, che i progetti andranno avanti”.

Intanto oggi il sindaco di Marsala presenta alla città i progetti in cantiere così alle 18 alla Sala Conferenze di San Pietro ci sarà un incontro per “promuovere la partecipazione attiva dei cittadini, degli Operatori socio-economici della Città, nonché i professionisti e i loro ordini e collegi nelle decisioni che possano “cambiare” il volto della Città”.


“Intendiamo dare impulso a un processo di condivisione nella definizione delle politiche pubbliche valorizzando, al tempo stesso, le competenze e le conoscenze di tutti gli attori coinvolti nel processo decisionale – precisa il Sindaco Massimo Grillo. Ciò al fine di sostenere la partecipazione democratica e la trasparenza nella gestione pubblica, agevolando la nascita di comitati civici per macro aree o quartieri”.

Oggi così vengono presentati i progetti, già finanziati, riguardanti la Pista Ciclabile Urbana (dai Canottieri alla Florio) per la quale a breve cominceranno i lavori, la Rigenerazione dell’Area portuale e la riqualificazione di piazza Mameli (Porta di Mare). Il sindaco oggi presenta la nuova pista, mentre quella “vecchia” allo Stagnone, non non è stata ancora collaudata. Sul nuovo progetto ci sono diverse cose da tenere in considerazione, per evitare gli errori del passato. In particolare l’impatto che avrà la pista sulla circolazione stradale e se ci sarà un impatto sulle attività economiche. Sul porto di Marsala, il sindaco Grillo ha messo in pratica una delle sue solite marce indietro. Il Sindaco aveva chiesto alla Regione i fondi per fare la gara per la progettazione del porto. Aveva ottenuto i fondi, non era stato capace di utilizzarli, e pertanto ha dovuto poi rinunciare. La Regione ha allora richiamato a sé la progettazione, sarebbero otto i progetti presentati al Genio Civile. Di Piazza Mameli ne avevamo parlato qualche giorno fa. Si tratta di un vecchio progetto che risale addirittura ai tempi dell’amministrazione Adamo, a 10 anni fa, e che cambierebbe totalmente il volto alla piazza su cui si affaccia Porta Garibaldi.

Nell'ultimo consiglio comunale c'è stato ampio spazio alle interreogazioni che si sono concentrate sui progetti in sospeso, e i tanti problemi che ci sono in città. Proprio sulla pista ciclabile della Spagnola l'assessore Tumbarello ha detto che "è pervenuta l'approvazione della perizia di variante per la pista e, quindi, dopo alcune verifiche e interventi, si potrà procedere al collaudo della pista della laguna dove, comunque, è migliorata la circolazione veicolare".


Nei giorni scorsi, intanto, l’assessora Valentina Piraino ha parlato ai nostri microfoni del lavoro sui servizi sociali che sta portando avanti.
 

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1679930710-new-opening.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1678869297-nissan-micra.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1675248244-etta-focu.gif
<